UOMOVIVO (21)

11–20 di 21 risultati

Ordina per:
  • lettere-a-una-moglie

    130 pagine

    Collana UOMOVIVO. Umorismo, vita di coppia, Dio

    Giuseppe Signorin
    Stampato su carta certificata FSC.

    Tempi di spedizione: 5-10 giorni lavorativi

    Costo di spedizione: euro 1,90 (max 4 copie)*

    *Per ordini superiori alle 4 copie o per altre modalità di pagamento contattare ordini@bericaeditrice.it

     


    “Lettere a una moglie (ovvero la genesi del duo con l’anello noto in tutto il mondo come Mienmiuaif”) di Giuseppe Signorin di: 14,00 IVA inclusa

    Per poter sostenere con successo un “duello all’ultimo sangue”, come lo scrittore inglese G. K. Chesterton ha definito il matrimonio, c’è bisogno di qualche super potere. L’umorismo è senz’altro uno dei super poteri più ordinari ma anche più efficaci, soprattutto in ambito coniugale. Da questo principio è nato il libricino epistolare “Lettere a una moglie (ovvero la genesi del duo con l’anello noto in tutto il mondo come Mienmiuaif)”, di Giuseppe Signorin, terzo libro della nuova collana “UOMOVIVO – umorismo, vita di coppia, Dio”, edita da Berica Editrice.
    L’autore, convinto che più si ama una persona più la si debba prendere gentilmente per i fondelli, e che la presa per i fondelli sia il supremo atto di amore domestico nei confronti della propria consorte, ha scritto una serie di lettere durante i primi due anni di matrimonio che vogliono essere in qualche modo un aiuto per tutte quelle coppie con la tentazione di prendersi troppo sul serio.
    Iniziato come una sorpresa/regalo e proseguito come una vendetta, il libro scannerizza il rapporto di coppia ironizzando sulle vicende quotidiane in una luce cristiana, dove il rapporto confidente con Dio emerge alla fine di ogni lettera.
    Lo scorrere degli eventi è accompagnato dal racconto della nascita di una rocambolesca “wedding-band” dal nome impronunciabile “Mienmiuaif”… i cui componenti principali sono proprio i due protagonisti dell’opera. Che cosa significhi il nome del gruppo e molte altre cose si scoprono solo leggendo il libro…
    “Il libricino di Giuseppe sfida la secolare tradizione dei cattolici coi brufoli, è una testimonianza godibile che a me fa ricordare che sposarsi nella Chiesa non significa soltanto sdoganare la ricrescita, avere mille bambini e case senza lavastoviglie.”
    Emanuele Fant (dall’introduzione)

  • lettere a una moglie

    130 pagine

    Collana UOMOVIVO. Umorismo, vita di coppia, Dio

    Giuseppe Signorin
    Stampato su carta certificata FSC.

    Tempi di spedizione: 5-10 giorni lavorativi

    Costo di spedizione: euro 1,90 (max 4 copie)*

    *Per ordini superiori alle 4 copie o per altre modalità di pagamento contattare ordini@bericaeditrice.it

     


    “Lettere a una moglie (ovvero la genesi del duo con l’anello noto in tutto il mondo come Mienmiuaif”) di Giuseppe Signorin (formato ePub) di: 7,00 IVA inclusa

    Per poter sostenere con successo un “duello all’ultimo sangue”, come lo scrittore inglese G. K. Chesterton ha definito il matrimonio, c’è bisogno di qualche super potere. L’umorismo è senz’altro uno dei super poteri più ordinari ma anche più efficaci, soprattutto in ambito coniugale. Da questo principio è nato il libricino epistolare “Lettere a una moglie (ovvero la genesi del duo con l’anello noto in tutto il mondo come Mienmiuaif)”, di Giuseppe Signorin, terzo libro della nuova collana “UOMOVIVO – umorismo, vita di coppia, Dio”, edita da Berica Editrice.
    L’autore, convinto che più si ama una persona più la si debba prendere gentilmente per i fondelli, e che la presa per i fondelli sia il supremo atto di amore domestico nei confronti della propria consorte, ha scritto una serie di lettere durante i primi due anni di matrimonio che vogliono essere in qualche modo un aiuto per tutte quelle coppie con la tentazione di prendersi troppo sul serio.
    Iniziato come una sorpresa/regalo e proseguito come una vendetta, il libro scannerizza il rapporto di coppia ironizzando sulle vicende quotidiane in una luce cristiana, dove il rapporto confidente con Dio emerge alla fine di ogni lettera.
    Lo scorrere degli eventi è accompagnato dal racconto della nascita di una rocambolesca “wedding-band” dal nome impronunciabile “Mienmiuaif”… i cui componenti principali sono proprio i due protagonisti dell’opera. Che cosa significhi il nome del gruppo e molte altre cose si scoprono solo leggendo il libro…
    “Il libricino di Giuseppe sfida la secolare tradizione dei cattolici coi brufoli, è una testimonianza godibile che a me fa ricordare che sposarsi nella Chiesa non significa soltanto sdoganare la ricrescita, avere mille bambini e case senza lavastoviglie.”
    Emanuele Fant (dall’introduzione)

  • lettere a una moglie

    130 pagine

    Collana UOMOVIVO. Umorismo, vita di coppia, Dio

    Giuseppe Signorin
    Stampato su carta certificata FSC.

    Tempi di spedizione: 5-10 giorni lavorativi

    Costo di spedizione: euro 1,90 (max 4 copie)*

    *Per ordini superiori alle 4 copie o per altre modalità di pagamento contattare ordini@bericaeditrice.it

     


    “Lettere a una moglie (ovvero la genesi del duo con l’anello noto in tutto il mondo come Mienmiuaif”) di Giuseppe Signorin (formato Kindle) di: 7,00 IVA inclusa

    Per poter sostenere con successo un “duello all’ultimo sangue”, come lo scrittore inglese G. K. Chesterton ha definito il matrimonio, c’è bisogno di qualche super potere. L’umorismo è senz’altro uno dei super poteri più ordinari ma anche più efficaci, soprattutto in ambito coniugale. Da questo principio è nato il libricino epistolare “Lettere a una moglie (ovvero la genesi del duo con l’anello noto in tutto il mondo come Mienmiuaif)”, di Giuseppe Signorin, terzo libro della nuova collana “UOMOVIVO – umorismo, vita di coppia, Dio”, edita da Berica Editrice.
    L’autore, convinto che più si ama una persona più la si debba prendere gentilmente per i fondelli, e che la presa per i fondelli sia il supremo atto di amore domestico nei confronti della propria consorte, ha scritto una serie di lettere durante i primi due anni di matrimonio che vogliono essere in qualche modo un aiuto per tutte quelle coppie con la tentazione di prendersi troppo sul serio.
    Iniziato come una sorpresa/regalo e proseguito come una vendetta, il libro scannerizza il rapporto di coppia ironizzando sulle vicende quotidiane in una luce cristiana, dove il rapporto confidente con Dio emerge alla fine di ogni lettera.
    Lo scorrere degli eventi è accompagnato dal racconto della nascita di una rocambolesca “wedding-band” dal nome impronunciabile “Mienmiuaif”… i cui componenti principali sono proprio i due protagonisti dell’opera. Che cosa significhi il nome del gruppo e molte altre cose si scoprono solo leggendo il libro…
    “Il libricino di Giuseppe sfida la secolare tradizione dei cattolici coi brufoli, è una testimonianza godibile che a me fa ricordare che sposarsi nella Chiesa non significa soltanto sdoganare la ricrescita, avere mille bambini e case senza lavastoviglie.”
    Emanuele Fant (dall’introduzione)

  • Cento minuti sul Vangelo. Per capire chi è Lui (ePub) di: Padre Maurizio Botta 7,00 IVA inclusa

    “Cento minuti sul Vangelo. Per capire chi è Lui”, di padre Maurizio Botta, è un corpo a corpo con la Parola senza finzioni. L’autore, sacerdote della parrocchia di Santa Maria in Valicella a Roma noto per i suoi incontri “Cinque passi al mistero” e per il seguitissimo blog che porta lo stesso nome, ci accompagna in un viaggio al centro del Vangelo con un linguaggio diretto e contemporaneo, che può arrivare a tutti ma che non rinuncia per questo alla bellezza, all’intensità e alla verità della “buona notizia”.

    “Io voglio questa buona notizia, solo questa. Io voglio essere regnato da Dio. Io voglio avere Dio per Re. L’unica cosa che mi interessa. Per nient’altro vale la pena vivere.”

    Padre Maurzio Botta cerca di restituire il vero volto di Gesù, la Sua vera identità, troppe volte distorta, impoverita. Il Gesù del Vangelo, invece, non può che affascinare per la portata del Suo messaggio e dei Suoi gesti. Ognuno poi può decidere di accoglierlo o di rifiutarlo, in piena libertà.

    “C’è un invito rifiutato, un’indelicatezza profonda, un anteporre cose buone e lecite all’immensità del Dono. Ancora una volta una libera scelta. Il problema è che c’era la Roma…”

    Il volume, nato in seguito a uno di quegli incontri difficili da definire “casuali” (raccontato nell’introduzione), raccoglie una selezione ragionata degli scritti di padre Maurizio Botta usciti negli ultimi anni nel web. Quello che ne viene fuori è un libro da leggere e rileggere, sottolineare, meditare, da tenere accanto al Vangelo come aiuto per coglierne con umiltà i significati più profondi, per entrare sempre più nel mistero.

     

  • Cento minuti sul Vangelo. Per capire chi è Lui (Kindle) di: Padre Maurizio Botta 7,00 IVA inclusa

    “Cento minuti sul Vangelo. Per capire chi è Lui”, di padre Maurizio Botta, è un corpo a corpo con la Parola senza finzioni. L’autore, sacerdote della parrocchia di Santa Maria in Valicella a Roma noto per i suoi incontri “Cinque passi al mistero” e per il seguitissimo blog che porta lo stesso nome, ci accompagna in un viaggio al centro del Vangelo con un linguaggio diretto e contemporaneo, che può arrivare a tutti ma che non rinuncia per questo alla bellezza, all’intensità e alla verità della “buona notizia”.

    “Io voglio questa buona notizia, solo questa. Io voglio essere regnato da Dio. Io voglio avere Dio per Re. L’unica cosa che mi interessa. Per nient’altro vale la pena vivere.”

    Padre Maurzio Botta cerca di restituire il vero volto di Gesù, la Sua vera identità, troppe volte distorta, impoverita. Il Gesù del Vangelo, invece, non può che affascinare per la portata del Suo messaggio e dei Suoi gesti. Ognuno poi può decidere di accoglierlo o di rifiutarlo, in piena libertà.

    “C’è un invito rifiutato, un’indelicatezza profonda, un anteporre cose buone e lecite all’immensità del Dono. Ancora una volta una libera scelta. Il problema è che c’era la Roma…”

    Il volume, nato in seguito a uno di quegli incontri difficili da definire “casuali” (raccontato nell’introduzione), raccoglie una selezione ragionata degli scritti di padre Maurizio Botta usciti negli ultimi anni nel web. Quello che ne viene fuori è un libro da leggere e rileggere, sottolineare, meditare, da tenere accanto al Vangelo come aiuto per coglierne con umiltà i significati più profondi, per entrare sempre più nel mistero.

  • Il centuplo quaggiù_copertina

    Stampato su carta certificata FSC

    Tempi di spedizione: 5-10 giorni lavorativi

    Costo di spedizione: euro 2,90 (max 4 copie)*

    *Per ordini superiori alle 4 copie o per altre modalità di pagamento contattare ordini@bericaeditrice.it

    Il centuplo quaggiù di: 14,00 IVA inclusa

    “Dedicato a tutte quelle coppie che vogliono intraprendere la strada dell’adozione e hanno bisogno di risposte non solo tecniche, ma anche emotive. Dedicato a quelle famiglie che hanno sperimentato l’adozione e si ritrovano a rivivere il viaggio della speranza, le paure, le incertezze, la felicità e la gioia di essere genitori”.

    È dedicato soprattutto a queste persone qui, indicate nell’introduzione firmata dai fondatori di Ai.Bi. Marco Griffini e Irene Bertuzzi, ma anche a molti altri, il libro scritto a due mani da Laura Debolini e Filippo Fiani, sposi con un desiderio che li ha sempre accompagnati, fin dai tempi del fidanzamento: accogliere la vita, aprire la propria casa e la propria famiglia a chi ne ha più bisogno.

    “Il centuplo quaggiù. Adozioni internazionali e tanta Provvidenza” è un alternarsi esilarante di vicende legate all’avventura tutt’altro che semplice o scontata che i due autori hanno vissuto per adottare i loro bambini: Maria Pilar e Samuèl, entrambi peruviani.

    Laura e Filippo, già abituati a raccontare in presa diretta i loro viaggi e le peripezie nei labirinti burocratici e non delle adozioni internazionali tramite la loro attività di blogger, hanno confezionato un libro capace al tempo stesso di coinvolgere il lettore e informarlo in maniera divertente su un tema complesso, di cui si sente spesso parlare in maniera superficiale e senza cognizione di causa.

    Scene di vita quotidiana, magari viste da entrambi i punti di vista, quello del marito e quello della moglie, si alternano a riflessioni di natura più teorica e “tecnica”. Il tutto raccontato con una lingua schietta e colorita, e condito da tanta fede nella Provvidenza ripagata in maniera esorbitante da una sorpresa finale…

  • Il centuplo quaggiù (ePub) di: 7,00 IVA inclusa

    “Dedicato a tutte quelle coppie che vogliono intraprendere la strada dell’adozione e hanno bisogno di risposte non solo tecniche, ma anche emotive. Dedicato a quelle famiglie che hanno sperimentato l’adozione e si ritrovano a rivivere il viaggio della speranza, le paure, le incertezze, la felicità e la gioia di essere genitori”.

    È dedicato soprattutto a queste persone qui, indicate nell’introduzione firmata dai fondatori di Ai.Bi. Marco Griffini e Irene Bertuzzi, ma anche a molti altri, il libro scritto a due mani da Laura Debolini e Filippo Fiani, sposi con un desiderio che li ha sempre accompagnati, fin dai tempi del fidanzamento: accogliere la vita, aprire la propria casa e la propria famiglia a chi ne ha più bisogno.

    “Il centuplo quaggiù. Adozioni internazionali e tanta Provvidenza” è un alternarsi esilarante di vicende legate all’avventura tutt’altro che semplice o scontata che i due autori hanno vissuto per adottare i loro bambini: Maria Pilar e Samuèl, entrambi peruviani.

    Laura e Filippo, già abituati a raccontare in presa diretta i loro viaggi e le peripezie nei labirinti burocratici e non delle adozioni internazionali tramite la loro attività di blogger, hanno confezionato un libro capace al tempo stesso di coinvolgere il lettore e informarlo in maniera divertente su un tema complesso, di cui si sente spesso parlare in maniera superficiale e senza cognizione di causa.

    Scene di vita quotidiana, magari viste da entrambi i punti di vista, quello del marito e quello della moglie, si alternano a riflessioni di natura più teorica e “tecnica”. Il tutto raccontato con una lingua schietta e colorita, e condito da tanta fede nella Provvidenza ripagata in maniera esorbitante da una sorpresa finale…

  • Il centuplo quaggiù (Kindle) di: 7,00 IVA inclusa

    “Dedicato a tutte quelle coppie che vogliono intraprendere la strada dell’adozione e hanno bisogno di risposte non solo tecniche, ma anche emotive. Dedicato a quelle famiglie che hanno sperimentato l’adozione e si ritrovano a rivivere il viaggio della speranza, le paure, le incertezze, la felicità e la gioia di essere genitori”.

    È dedicato soprattutto a queste persone qui, indicate nell’introduzione firmata dai fondatori di Ai.Bi. Marco Griffini e Irene Bertuzzi, ma anche a molti altri, il libro scritto a due mani da Laura Debolini e Filippo Fiani, sposi con un desiderio che li ha sempre accompagnati, fin dai tempi del fidanzamento: accogliere la vita, aprire la propria casa e la propria famiglia a chi ne ha più bisogno.

    “Il centuplo quaggiù. Adozioni internazionali e tanta Provvidenza” è un alternarsi esilarante di vicende legate all’avventura tutt’altro che semplice o scontata che i due autori hanno vissuto per adottare i loro bambini: Maria Pilar e Samuèl, entrambi peruviani.

    Laura e Filippo, già abituati a raccontare in presa diretta i loro viaggi e le peripezie nei labirinti burocratici e non delle adozioni internazionali tramite la loro attività di blogger, hanno confezionato un libro capace al tempo stesso di coinvolgere il lettore e informarlo in maniera divertente su un tema complesso, di cui si sente spesso parlare in maniera superficiale e senza cognizione di causa.

    Scene di vita quotidiana, magari viste da entrambi i punti di vista, quello del marito e quello della moglie, si alternano a riflessioni di natura più teorica e “tecnica”. Il tutto raccontato con una lingua schietta e colorita, e condito da tanta fede nella Provvidenza ripagata in maniera esorbitante da una sorpresa finale…

  • copertina_fronte

    Stampato su carta certificata FSC

    Tempi di spedizione: 5-10 giorni lavorativi

    Costo di spedizione: euro 1,90 (max 4 copie)*

    *Per ordini superiori alle 4 copie o per altre modalità di pagamento contattare ordini@bericaeditrice.it

     


    Siamo tutti fuori – viaggio nel paese delle meraviglie di G. K. Chesterton di: Annalisa Teggi 14,00 IVA inclusa
    Gilbert Keith Chesterton, poliedrico scrittore inglese celebre fra le altre cose per le avventure del prete detective padre Brown, è l’autore del libro che dà il nome alla collana di Berica Editrice “UOMOVIVO – umorismo, vita di coppia, Dio”.
    L’ultima uscita del progetto editoriale è proprio un omaggio al maestro del paradosso e della meraviglia, un viaggio nella sua opera con gli occhi di chi da anni vive un corpo a corpo costante con la sua scrittura traducendone i testi, Annalisa Teggi.
    Attiva nel web col blog Capriole Cosmiche capriolecosmiche.com (nato dopo la pubblicazione dell’omonimo libro), attraverso cui raccoglie impressioni di vita e commenta la cronaca, la Teggi ci accompagna passo passo fra i libri a cui ha lavorato, mostrandoci però come sia possibile, alla scuola di Chesterton, trasformare la critica letteraria in vita, in quotidianità, perché la buona letteratura non ha senso se non ha un contatto con il reale.
    “Un uomo potrebbe davvero imparare molto sullo spirito speciale di Chaucer guardando le margherite, piuttosto che leggendo molte ineccepibili annotazioni di docenti e dottori di letteratura”, scriveva Chesterton, ed è questo l’approccio della Teggi, novella Alice nel paese delle meraviglie, come recita il sottotitolo, di un autore che ha fatto dello stupore una delle missioni della propria vita.
    “Il mondo non morirà mai di fame per la mancanza di meraviglie, quanto per la mancanza di meraviglia.”
    C.K. Chesterton
    “È corretto dire, come afferma il proverbio su Maometto e sulla montagna, che non sono stata io ad andare a scuola, ma è stato il maestro elementare a venire da me. Ho cominciato a tradurre le opere di Gilbert Keith Chesterton senza sapere nulla su di lui. Mi sono tuffata a capofitto nei suoi libri in modo discontinuo, disordinato, bulimico, affannoso. L’entusiasmo è andato di pari passo allo stordimento, perché per la prima volta in vita mia ogni sillaba pronunciata da lui aveva sapore. Anzi, non solo aveva sapore in sé, ma dava sapore ai miei giorni.”
     Dall’introduzione di Annalisa Teggi
  • Siamo tutti fuori (ePub) di: Annalisa Teggi 7,00 IVA inclusa
    Gilbert Keith Chesterton, poliedrico scrittore inglese celebre fra le altre cose per le avventure del prete detective padre Brown, è l’autore del libro che dà il nome alla collana di Berica Editrice “UOMOVIVO – umorismo, vita di coppia, Dio”.
    L’ultima uscita del progetto editoriale è proprio un omaggio al maestro del paradosso e della meraviglia, un viaggio nella sua opera con gli occhi di chi da anni vive un corpo a corpo costante con la sua scrittura traducendone i testi, Annalisa Teggi.
    Attiva nel web col blog Capriole Cosmiche capriolecosmiche.com (nato dopo la pubblicazione dell’omonimo libro), attraverso cui raccoglie impressioni di vita e commenta la cronaca, la Teggi ci accompagna passo passo fra i libri a cui ha lavorato, mostrandoci però come sia possibile, alla scuola di Chesterton, trasformare la critica letteraria in vita, in quotidianità, perché la buona letteratura non ha senso se non ha un contatto con il reale.
    “Un uomo potrebbe davvero imparare molto sullo spirito speciale di Chaucer guardando le margherite, piuttosto che leggendo molte ineccepibili annotazioni di docenti e dottori di letteratura”, scriveva Chesterton, ed è questo l’approccio della Teggi, novella Alice nel paese delle meraviglie, come recita il sottotitolo, di un autore che ha fatto dello stupore una delle missioni della propria vita.
    “Il mondo non morirà mai di fame per la mancanza di meraviglie, quanto per la mancanza di meraviglia.”
    C.K. Chesterton
    “È corretto dire, come afferma il proverbio su Maometto e sulla montagna, che non sono stata io ad andare a scuola, ma è stato il maestro elementare a venire da me. Ho cominciato a tradurre le opere di Gilbert Keith Chesterton senza sapere nulla su di lui. Mi sono tuffata a capofitto nei suoi libri in modo discontinuo, disordinato, bulimico, affannoso. L’entusiasmo è andato di pari passo allo stordimento, perché per la prima volta in vita mia ogni sillaba pronunciata da lui aveva sapore. Anzi, non solo aveva sapore in sé, ma dava sapore ai miei giorni.”
     Dall’introduzione di Annalisa Teggi