Nella mia Città 2018 – premiazioni e novità
Sopra 26 novembre 2018 | 0 Commenti

Il 7 novembre, all’Istituto Galilei di Arzignano (VI), si sono tenute le premiazioni del concorso “Nella mia Città”, ideato da Berica Editrice e dal Comune di Arzignano e rivolto agli studenti del paese. Ad aggiudicarsi la quinta edizione e ricevere in premio un lettore e-reader è stata Gaia Bacco, studentessa del Liceo Da Vinci, con un racconto dalle tinte noir intitolato “Taglia 52”.

La quinta edizione

Il tema scelto per il 2018 ha riconfermato la collaborazione con UNIC: “Cose di pelle”. Protagonisti dei racconti degli studenti sono stati infatti gli oggetti fatti di pelle, articoli che fanno parte della quotidianità di tutti, soprattutto nel distretto azignanese.

La grande novità di quest’anno è stata l’introduzione delle Peruzzine, agende personalizzate create da Peruzzo Industrie Grafiche (partner dell’iniziativa), sulle quali gli studenti hanno appuntato i loro racconti, riscoprendo il gusto della scrittura a penna.

Oltre a Gaia Bacco, la giuria composta da Giacomo Zorzi (UNIC), Stefano Cotrozzi (Corriere Vicentino) e Giuseppe Signorin (Berica Editrice), ha premiato Sara Cecchin con “L’ultima giornata di pioggia” e Melissa Trevisan con “Il ricordo sepolto”, le quali hanno ricevuto dei buoni libri.

La novità per il 2019

Durante la premiazione è stato annunciato l’allargamento, nel 2019, del concorso di scrittura creativa agli altri tre distretti conciari italiani: Lombardia, Toscana e Campania.

A dare la notizia è stato Giacomo Zorzi di UNIC che si è detto soddisfatto del lavoro svolto con “Nella mia città” durante le edizioni 2017 e 2018 ad Arzignano. “È un progetto che riscuote un successo sempre maggiore – ha aggiunto Zorzi -, tanto che l’anno prossimo estenderemo il concorso anche alle scuole degli altri distretti conciari italiani, uno stimolo in più per parlare del mondo della pelle e delle sue declinazioni”.

 

I commenti

Alessia Bevilacqua, Vicesindaco di Arzignano: “Voglio complimentarmi con tutti i ragazzi che si sono messi in gioco anche quest’anno nella stesura dei racconti. ’Nella mia città’ è un progetto in cui l’Amministrazione comunale crede da cinque anni perché è una bella occasione per i ragazzi di fermarsi, riflettere e riscoprire la bellezza della scrittura parlando della nostra comunità e delle sue ricchezze”.

Giuseppe Signorin, Direttore editoriale di Berica Editrice: “È un progetto cresciuto di anno in anno finalmente pronto per essere esportato negli altri distretti. Siamo curiosi di vedere come il tema della pelle verrà affrontato dagli studenti degli altri territori coinvolti”.

Stefano Cotrozzi, Direttore del Corriere Vicentino: “5 anni fa siamo partiti in punta di piedi e grazie agli insegnati delle due scuole, che ci hanno creduto, il concorso è cresciuto edizione dopo edizione tanto da diventare un’iniziativa che dall’anno prossimo diventerà nazionale”.

 

 

Lascia la risposta