“Nella mia Città”: vince un racconto sull’anoressia
Sopra 13 ottobre 2016 | 0 Commenti

Si sono tenute questa mattina, 13 ottobre, presso l’ITIS “Galilei” di Arzignano (VI), le premiazioni per la terza edizione del concorso letterario “Nella mia Città“, rivolto agli studenti dell’ITIS “Galilei” e del Liceo “Da Vinci” e organizzato dall’Associazione Il Grifo e il Leone insieme all’Amministrazione comunale.

Ad aggiudicarsi il primo premio e un lettore e-reader è stata una studentessa del Galilei, Giulia Bastianello, con il racconto “Un nuovo inizio”. La giovanissima autrice, invitata come tutti gli altri studenti ad affrontare il variegato tema del cibo, focus di quest’anno, ha deciso di indagarne uno degli aspetti più delicati, l’anoressia.

prima

L’obiettivo del progetto, fin dalla prima edizione, è quello di stimolare la scrittura e la riflessione degli studenti sulla città in cui studiano e vivono. Il tema di quest’anno è stato affrontato a 360°: oltre all’aspetto toccato dalla vincitrice, il cibo è stato affrontato in vari modi, sia come motivo per ripercorrere la storia di alcune aziende locali che come modo di approfondire la dieta ad Arzignano qualche decennio fa e oggi.

Berica Editrice ha realizzato per l’occasione una pubblicazione che raccoglie i racconti finalisti e quelli vincitori selezionati da una giuria di qualità arricchita dalla presenza di Mauro Pasquali, presidente di Slow Food Veneto, insieme a Stefano Cotrozzi, direttore del Corriere Vicentino, Alberto Fabris, opinionista del Corriere Vicentino e Giuseppe Signorin, direttore editoriale di Berica Editrice.

Gli altri racconti premiati sono stati “Pane rosso sangue” di Alberto Verza, Anna Brandellero e Tommaso Maniero del Galilei e “Amore nascosto” di Arianna Sartori e Giorgia Tomasi del Da Vinci. Gli autori hanno ricevuto un buono da spendere in libri presso la libreria Mondadori di Arzignano.

Erano presenti alla premiazione, insieme a Giuseppe Signorin e Stefano Cotrozzi di Berica Editrice e del Corriere Vicentino, il Dirigente Scolastico del Galilei prof. Carlo Alberto Formaggio, il prof. Carlo Tonin, il prof. Nicola Costa, la prof.ssa Tiziana Nardon, il prof. Stefano Frighetto e il direttore della Biblioteca civica Paolo Povoleri.

 

Lascia la risposta