UOMOVIVO

Collana di libri nata con l’obiettivo di affrontare il variegato mondo della vita di coppia (e della vita in genere) alla luce dell’esperienza cristiana e con un pizzico di umorismo.

Il nome è un omaggio al capolavoro dello scrittore inglese Gilbert Keith Chesterton, “MANALIVE” (le avventure di un uomo vivo), in cui sono presenti in dosi massicce tutti gli elementi della collana: l’umorismo, la vita di coppia e Dio.

Un corpo a corpo con la Parola senza finzioni. Un viaggio al centro del Vangelo con un linguaggio diretto e contemporaneo, che può arrivare a tutti senza rinunciare per questo alla bellezza, all’intensità e alla verità della “buona notizia”.

Gilbert Keith Chesterton, poliedrico scrittore inglese celebre fra le altre cose per le avventure del prete detective padre Brown, è l’autore del libro che dà il nome alla collana di Berica Editrice “UOMOVIVO – umorismo, vita di coppia, Dio”. “Siamo tutti fuori” è un omaggio non convenzionale al maestro del paradosso e della meraviglia, un viaggio nella sua opera con gli occhi di chi da anni vive un corpo a corpo costante con la sua scrittura traducendone i testi.

Una “mamma qualunque” chiamata a vivere un’esperienza non semplice: la nascita di un bambino bellissimo ma gravemente malato. Un calvario in 33 capitoli vissuto con occhi pieni di fede, capaci di trovare bellezza e anche motivi per ridere pur in una situazione di grande difficoltà.

Riprendendo il modello del celebre racconto dello scrittore anglo-irlandese C. S. Lewis, “Le lettere di Berlicche”, il libro mette in guardia il cristiano dalle tentazioni più insidiose di oggi – dalle strumentalizzazioni dei media alle diverse concezioni che si possono avere della sessualità.

Per poter sostenere un “duello all’ultimo sangue”, come lo scrittore G. K. Chesterton ha definito il matrimonio, c’è bisogno di un super potere: l’umorismo. Il racconto dei primi anni di un matrimonio cristiano e di una rocambolesca “wedding-band” dal nome impronunciabile “Mienmiuaif”…

Mettete un giovane esattore delle tasse di nome Friedrich Malthus in una locanda con un vecchio idraulico e collezionista di sottobicchieri di nome Alonso Pecherton, aggiungete un viaggio pieno di risse alla Bud Spencer e di dialoghi metafisici da perderci la testa e otterrete questo libro.

Un alternarsi esilarante di vicende legate all’avventura tutt’altro che semplice o scontata che i due autori hanno vissuto per adottare i loro bambini: Maria Pilar e Samuèl, entrambi peruviani. Con sorpresa finale…